Prototype jack tekken tag tournament 2 item move.png
Bozza

Questo articolo è una bozza. Alcuni P. Jack stanno attualmente lavorando sull'articolo. Puoi aiutare Tekkenpedia e i P. Jack cercando di espanderlo.

Tekken 3 (鉄拳3 Tekken Suri?, trad.Iron Fist 3) è il terzo gioco della serie picchiaduro Tekken, sequel di Tekken 2. Fu rilasciato nel marzo 1997 per l'Arcade, mentre fu rilasciato per la PlayStation nel 1998.

Una versione Arcade semplificata fu rilasciata nel 2005 per la PlayStation 2 come parte della Modalità Arcade Storica presente solo in Tekken 5. La versione PlayStation è considerata tra i migliori successi della serie. È anche considerato il migliore gioco della serie da fan e critici.

Tekken 3 fu il primo gioco ad usare il Sistema Namco 12 hardware (Gli originali usavano il sistema 11). Fu anche l'ultimo gioco della serie ad essere rilasciato per la Console PlayStation originale.     

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Tekken 3 mantiene le stesse meccaniche di gioco dei titoli precedenti ma porta notevoli migliorie, le grafiche più dettagliate, animazioni più fluide e gameplay reattivo rispetto a Tekken 2.

Quindici nuovi personaggi sono stati aggiunti alla lista, anche se molti sono rimpiazzi da quelli vecchi (Jin rimpiazza Kazuya, Hwoarang rimpiazza Baek Doo San)

Uno dei cambiamenti più imponenti è che ora tutti i personaggi possono eludere in avanti o indietro per schivare gli attacchi nemici premendo il tasto di movimento verso l'alto o verso il basso, quando prima solo certi personaggi potevano eludere o schivare attacchi nemici.

Questo ha permesso di aggiungere anche attacchi mentre si elude o delle prese speciali rispetto alla posizione dell'avversario.

Un altro cambiamento è l'altezza dei salti che è stata ridotta notevolmente, non più permettendo salti estremi che rendevano il modo più usato per schivare attacchi ma a un'altezza più bilanciata.

Tekken 3 ha introdotto per la prima volta il minigioco Tekken Force e Tekken Ball.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sono passati 15 anni dalla sconfitta di Kazuya Mishima, da parte di suo padre, Heihachi Mishima, che è tornato a regnare sulla Mishima Zaibatsu, stabilì quindi la Tekken Force, il ramo mercenario della Mishima Zaibatsu per difendere le proprietà del conglomerato Mishima e inviarli nelle missioni di pace in tutto il mondo.

Durante uno scavo diretto dalla compagnia, un antico male si è risvegliato e poco tempo dopo molti lottatori famosi come Kunimitsu sono scomparsi o ritrovati privi di vita, tra cui King, Heihachi ha appreso che si trattasse del Dio della lotta, Ogre e che sarebbe stato vitale catturarlo per acquisire il potere necessario per la conquista del potere assoluto.

Jun Kazama ha cresciuto il figlio avuto con Kazuya, chiamato Jin in un villaggio nell'isola di Yakushima, tuttavia venne un giorno attaccata da Ogre, Jin cercò di difendere sua madre, ma venne tramortito, al suo risveglio, sia Ogre che sua madre sono scomparsi.

Jin, sconvolto, segue il consiglio di sua madre nel caso fosse scomparsa, andare da suo nonno Heihachi Mishima. Jin raccontò la sua storia a Heihachi, che sbalordito dal fatto di avere un nipote, lo prese con sè e cominciò ad educarlo privatamente.

Spinto dalla vendetta contro Ogre, Jin chiese a suo nonno di insegnargli a combattere, ispirato dal suo forte legame con Heihachi e la devozione verso il combattimento, rese a Jin facile l'apprendimento dello stile Mishima.

Tre anni dopo, Jin aveva imparato alla perfezione lo stile Mishima, Heihachi capì che Ogre era una creatura con l'istinto di uccidere e assorbire il potere dei guerrieri umani più forti, quindi organizzò il Tekken 3 con l'intenzione di catturare il mostro.

Finale[modifica | modifica sorgente]

Il vero finale di Tekken 3 è quello di Jin Kazama, dove dopo aver ucciso Ogre, viene assalito e mitragliato dalla Tekken Force, per poi essere finito da un colpo di pistola dal nonno Heihachi.

Jin quindi si trasformò in Devil Jin e attaccò con ferocia Heihachi, ma gli salvò la vita come ultimo gesto del rapporto amichevole tra lui e suo nonno per poi volare via.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.